Leo Lecci

Sanremo, 1966. Laureato in Lettere e Specializzato in Storia dell’arte (indirizzo contemporaneo) presso l’Università di Genova, vi ha svolto attività di ricerca come assegnista nel 1999-2002, dedicandosi in particolare all’organizzazione e diffusione dei materiali conservati nell’Archivio d’arte contemporanea.

Dal 2005 è ricercatore presso lo stesso Ateneo nel settore scientifico disciplinare Storia dell’arte contemporanea (L-ART/03).

È membro della Giunta del DIRAAS  e insegna Storia dell’arte contemporanea per il corso triennale in Conservazione dei Beni Culturali,  e per il corso triennale in DAMS  (sede di Imperia)  e Storia della grafica e dell’illustrazione in età contemporanea (9 cfu) per il corso di Laurea Magistrale in Storia dell’arte e Valorizzazione del patrimonio storico artistico.

L’attività di ricerca si è sviluppata in relazione alle vicende dell’arte figurativa del XIX e XX secolo con particolare attenzione alle fonti documentarie. Ha collaborato ai progetti biennali cofinanziati dal MIUR e coordinati da F. Sborgi (unità locale): Materiali per lo studio del sistema dei premi d’arte nel nord Italia fra anni Quaranta e Cinquanta e Circolazione dei modelli internazionali nella scultura italiana tra Ottocento e Novecento. Ha collaborato al progetto “Raphael”, finanziato dalla Comunità Europea per la realizzazione del volume (in italiano, inglese e spagnolo, editore Electa Spagna) Arte e architettura funeraria (XIX-XX secolo): Dublin, Genova, Madrid, Torino (Electa Spagna, Madrid 2000).

Ha curato diverse mostre di carattere nazionale; tra le ultime le antologiche dedicate a Giuseppe Sacheri (Mondovì, Genova, 2007), Giuseppe Amisani (Vigevano, 2008) e Daphne Maugham Casorati (Imperia, 2009) e la rassegna Savona Futurista: esperienze d’avanguardia da Marinetti a Tullio d’Albisola (Savona, 2009).
È autore di numerosi testi sulla cultura figurativa del XIX e XX secolo. Ha collaborato, con alcuni saggi relativi ai movimenti d’avanguardia del secondo Novecento, alla Storia dell’arte del XX secolo, pubblicazione in più volumi edita dall’editore Skira sia in italiano che in inglese. Ha recentemente collaborato con Carlo Bertelli alla realizzazione del volume l Novecento e  ultime tendenze del nuovo manuale di Storia dell’arte edito da Bruno Mondadori (2010).

Ha partecipato a diversi convegni internazionali, tra i quali: “Ecritures et inscriptions de l’oeuvre d’art” (Université de Perpignan, 14-15 febbraio 2013, relazione: L’écriture dans l’art conceptuel: l’oeuvre de Joseph Kosuth et Lawrence Weiner); “Lo splendore della scultura nei cimiteri europei” (Verona, 28-30 settembre 2006; relazione: Staglieno come modello per la scultura internazionale); “Il sito web degli istituti di cultura” (La Biennale di Venezia, Venezia, Palazzo Querini Dubois, 13 dicembre 2004; relazione: I cataloghi delle Biennali da fonti bibliografiche a strumenti relazionali per l’analisi in rete delle dinamiche artistiche contemporanee); “Memoire sculptée de l’Europe et de ses aires d’influence XVII-XX siècles” (Strasburgo, Parlamento Europeo, 3-4 dicembre 2001; relazione: Action en faveur de la sculpture funéraire: l’exemple de la ville de Gênes).