Changing Perspectives

Rebecca

CHANGING PERSPECTIVES – CAMBIANDO PROSPETTIVE

giugno – novembre 2011, a cura di Paola Valenti

Sala camino del Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce (29 giugno – 28 agosto) – Post Human Garden/Giardino postumano, installazione site specific in collaborazione con il CRA-FSO Unità di Ricerca per la Floricoltura e le Specie Ornamentali di Sanremo.

Castello D’Albertis Museo delle Culture del Mondo (8 luglio – 16 ottobre) – Eyes on Asia (and more)/Occhi sull’Asia (e non solo), retrospettiva dedicata al lavoro di Ballestra in Asia

Sala Dogana di Palazzo Ducale (7 ottobre – 23 ottobre) – The
Weight of the Human Being/Il peso dell’umanità
 (curata dall’Associazione Ko. Ji. Ku.)

UnimediaModern Contemporary Art (7 ottobre – 5 novembre) – The Future is Near. The Future is Now!/ Il futuro è vicino. Il futuro è ora!, già allestita nel 2010 alla KernotArt Gallery di Parigi.

Genoa Port Center (21 ottobre – 20 novembre) (evento collaterale al Festival della Scienza 2011) – “There’s Plenty of Room at the Bottom”/“C’è ancora un sacco di spazio là in fondo”, installazione site-specific

Ciclo di esposizioni, installazioni e incontri dedicato al lavoro di Maria Rebecca Ballestra, giovane artista ligure, la cui ricerca si fonda sulla rielaborazione e reinterpretazione di tematiche sociali, politiche, ambientali e tecnico-scientifiche sulla sintesi di codici etno-culturali approfonditi durante numerose residenze artistiche. Da diversi anni Maria Rebecca Ballestra utilizza il viaggio come fonte di ispirazione e “materia” per il proprio lavoro, avventurandosi alla scoperta di paesi geograficamente e culturalmente lontani, con l’intento di scandagliarne la storia e il presente, le tradizioni antiche e le abitudini attuali, e ricavarne opere che offrano ai suoi interlocutori molteplici prospettive.